La nostra guida al fashion e-commerce

Trend, statistiche e opportunità per le PMI

Con la crescente popolarità e l’influenza sempre maggiore dell’e-commerce, le prospettive di successo per le piccole e medie imprese non sono mai state così rosee. Si diffonde quindi sempre di più la convinzione che l’e-commerce sia il motore perfetto per favorire la crescita e incrementare la competitività.

L’articolo si concentra sul mondo del fashion e-commerce, le cui vendite avvengono sui canali digitali. Il segmento di mercato della moda si suddivide nelle seguenti sottocategorie: abbigliamento, scarpe e borse & accessori.

Negli ultimi dieci anni l’e-commerce ha registrato una crescita esponenziale in tutto il mondo, compresi i Paesi in via di sviluppo. L’ufficio del censimento degli Stati Uniti rivela che nel terzo trimestre del 2017 la quota percentuale di mercato dell’e e-commerce è salita al 9,1% del totale delle vendite al dettaglio, mentre 10 anni fa si attestava al 3,5%.

Statistiche chiave e dati di settore

Secondo il rapporto di Statista “The Fashion and Apparel industry” dedicato all’industria della moda e dell’abbigliamento, la quota di mercato dell’e-commerce è destinata a passare da 481,2 miliardi di dollari nel 2018 a 712,9 miliardi di dollari nel 2022, una cifra sconcertante che non si può certo ignorare.

Fonte: Statista, nel rapporto Fashion and Apparel Industry Report

Dallo studio sull’evoluzione delle abitudini di consumo condotto da Statista nel 2018 emerge che la percentuale di persone che preferiscono fare shopping online è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi anni, tanto che almeno il 64% dei clienti visita il sito web del venditore prima di fare acquisti nel negozio.

I motivi della crescita globale della quota di mercato detenuta dall’e-commerce sono molteplici: l’innovazione digitale, la globalizzazione, la maggiore facilità d’accesso ai cellulari e l’evoluzione delle abitudini di consumo hanno giocato un ruolo importante. Tale incremento offre ai venditori fantastiche possibilità di espandere la propria attività e raggiungere un pubblico più vasto di amanti della moda.  Chi investe in soluzioni online innovative e orientate ai clienti per offrire loro un’esperienza d’acquisto speciale, nei prossimi anni raccoglierà grandi frutti.

L’e-commerce ha permesso ai marchi moda di lusso di essere maggiormente reperibili a livello mondiale e attualmente riveste un ruolo cruciale nel contesto imprenditoriale globalizzato. L’indice McKinsey Global Fashion Index prevede che le vendite globali dell’industria della moda saliranno dal 3,5 al 4,5 percento nel 2018 proprio per via dell’impatto della tecnologia sui mercati mondiali.

Le tendenze chiave del fashion e-commerce

Meno barriere all’entrata grazie alle innovazioni digitali

La riduzione delle barriere digitali all’entrata per tutti i marchi del settore moda e in particolare per i brand di abbigliamento consente di mostrare, commercializzare e promuovere in tutta facilità i propri prodotti non solo a livello locale ma anche internazionale. Si prevede pertanto un costante incremento del ricavo complessivo per utente, seppur con variazioni tra i diversi segmenti come abbigliamento, scarpe, borse & accessori e gioielleria & beni di lusso. Sviluppi positivi sono attesi per l’e-commerce su tutti i principali mercati del mondo, con la Cina che farà la parte del leone dal 2018 al 2022.

Fonte: Statista, nel rapporto Fashion and Apparel Industry Report

L’evoluzione delle abitudini di consumo

I consumatori odierni fanno sempre più acquisti online; per questo i marchi hanno dovuto ripensare a come creare un legame con i propri clienti. La tecnologia ha fatto cambiare l’atteggiamento nei confronti del commercio al dettaglio: ora i consumatori pretendono maggiore flessibilità e convenienza quando acquistano capi di moda e vogliono poter fare shopping ovunque e a ogni ora in tutta facilità. Sia le PMI che i grandi marchi devono mostrarsi all’altezza della crescente popolarità del commercio elettronico mettendo a punto varie soluzioni di marketing, vendita e consegna ottimali per consolidare il loro successo. La buona notizia per i piccoli negozianti? La mancata fedeltà dei clienti a un determinato marchio e la crescita del commercio al dettaglio e delle app social offrono infinite opportunità di inserirsi a livello globale.

L’ascesa del M-commerce e l’impennata dei cellulari

Non solo i consumatori effettuano più acquisti online, ma utilizzano più che mai il cellulare. Gli acquirenti ricorrono ai dispositivi mobili quasi a ogni punto di contatto sulla via dell’acquisto, un trend che deriva dalla crescente necessità di trovare offerte convenienti e soluzioni immediate a portata di clic per soddisfare i loro bisogni. Quando i clienti utilizzano un dispositivo mobile per ordinare un prodotto significa che vogliono farlo velocemente e con costi minimi. Questa tendenza può rappresentare un’opportunità per le PMI, visto che incrementa le possibilità di vendita offrendo al contempo un ottimo ritorno sull’investimento.

Si tratta di un vantaggio particolarmente interessante per i piccoli outlet di moda che non dispongono degli stessi budget per il marketing dei venditori più grandi. Il segreto del successo è stare al passo con le ultime tendenze e investire per aumentare la propria presenza mobile e per offrire esperienze d’acquisto flessibili. Stando al rapporto di Statista sull’ “uso del cellulare nel 2018”, l’Europa presenta il tasso di penetrazione delle comunicazioni mobili più alto del mondo e le cifre sono destinate a salire in tutti i Paesi: colga quindi l’opportunità di puntare sull’e-commerce per far crescere la Sua attività. Per il commercio nel segmento moda, Instagram si rivela la miglior piattaforma social grazie alla sua capacità di stimolare l’immaginazione e ispirare i clienti all’acquisto.

Dati di Track Maven su shopify

 E-commerce personalizzato

Per il marketing nel settore del fashion e-commerce, un commercio orientato al cliente che offra esperienze d’acquisto individuali e curate nei dettagli è di primaria importanza. Gli acquirenti vogliono identificarsi con brand e prodotti autentici; pertanto è fondamentale che i venditori si concentrino sulla storia del proprio marchio moda, creando esperienze in cui i clienti possano riconoscersi. Stando a un recente studio dal titolo Growing Your Online Funnel Webinar, la personalizzazione è un fattore chiave per l’e-commerce, visto che il 43% degli acquisti è influenzato da consigli e promozioni personalizzate e che il 75% dei consumatori predilige i marchi che offrono esperienze e messaggi su misura. Ecco perché probabilmente il 94% delle aziende intervistate ha ribadito che tale elemento è imprescindibile per il successo di domani.

Quali opportunità ha a disposizione?

La crescente popolarità dell’e-commerce ha determinato la fine della fedeltà a un dato marchio, una tendenza che offre incredibili opportunità ai brand minori e alle attività di medie dimensioni con budget ridotti ma con un’offerta di prodotto davvero unica. Inoltre, grazie alle app mobili come Instagram e Facebook, i brand possono promuovere facilmente i loro articoli senza dover spendere una fortuna e sempre più clienti si affidano a tali applicazioni per cercare prodotti, paragonare i prezzi e persino per effettuare ordini e pagamenti.

Per far crescere la Sua attività nel campo della moda Le serve dunque una strategia di e-commerce con una presenza sui social ben strutturata, in modo da conquistare una fetta di mercato ed essere concorrenziale.  Deve trovare il modo di far leva sul marketplace digitale e offrire ai Suoi acquirenti delle soluzioni semplici indipendentemente dal metodo d’acquisto che scelgono.

Ecco cosa deve fare secondo noi per realizzare quest’obiettivo:

  1. Investire con intelligenza per incrementare le Sue risorse destinate all’e-commerce: nell’industria odierna sempre più tecnologica, i clienti hanno l’imbarazzo della scelta; quindi si aspettano un’esperienza d’acquisto e servizi online esemplari e non staranno certo ad aspettare che Lei si rimetta in pari. Se non l’ha già fatto, inizi subito a pensare a come migliorare la Sua offerta online impiegando delle funzionalità APO per soddisfare le esigenze della clientela moderna.
  2. Offrire vari metodi di pagamento: un elemento fondamentale per il boom e lo sviluppo dell’e-commerce è certamente costituito dai pagamenti mobili e online, che permettono alle attività di offrire un’esperienza di pagamento in qualsiasi momento e da ogni dispositivo con la massima semplicità e sicurezza. Le PMI che offrono diversi metodi di pagamento, magari unendoli a un programma fedeltà efficace, attirano più clienti. Se Le serve una consulenza per scegliere la soluzione di pagamento più adatta al Suo negozio siamo il partner giusto: assicuriamo infatti transazioni sicure e veloci in ogni occasione d’interazione, fornendole servizi di pagamento innovativi e affidabili. Se desidera ricevere più informazioni non esiti a contattarci CCV Svizzera.
    Esternalizzare i servizi per la distribuzione del Suo e-commerce per gestire meglio il Suo negozio online. Se è alla ricerca di un’azienda affidabile che L’aiuti a sviluppare la Sua attività online, CCV ha la soluzione che fa al caso Suo. Se desidera saperne di più o ricevere informazioni dettagliate non esiti a contattare i nostri amichevoli consulenti alla clientela oggi stesso.
  3. Investire per migliorare la Sua presenza sui social media: ne tenga in considerazione la grande importanza nel ciclo d’acquisto e nel processo decisionale dei clienti. Ad esempio, ora Instagram offre una funzionalità d’integrazione che permette ai clienti di acquistare direttamente tramite appositi link inseriti sulle storie o sui contenuti caricati. Tali funzionalità consentono alle PMI di giocare alla pari con i brand più grandi, dando a tutti le stesse possibilità di competere sul mercato. Oggi Instagram conta più di 800 milioni di utenti, inclusi 25 milioni di account aziendali e 2 milioni di inserzionisti (Marketing Week), una cifra davvero significativa.
  4. Concentrarsi sulla creazione di campagne di marketing personalizzate in base alle preferenze della clientela: nel mondo dell’e-commerce, le e-mail sono importantissime per i marchi che vogliono stabilire una relazione personale con il proprio pubblico target. Pertanto, deve cercare di utilizzare delle strategie omnichannel che incrementino le Sue vendite e assicurino ai clienti le esperienze di prima qualità che si aspettano. Tracciando il comportamento degli utenti in base alla sessione o al tasso di risposta ai link inseriti è possibile migliorare anche l’esperienza «on site», ossia reale.

I punti di riferimento sopraindicati offrono una moltitudine di opportunità di crescita ai commercianti nel settore della moda e dell’abbigliamento. Secondo quanto rivelato dalla società d’investimento Schroders per il 2018, i vincitori di domani saranno le aziende in grado di creare e assicurare la sostenibilità della propria attività combinando sapientemente l’e-commerce con i social network.

 

Fonti

https://www.statista.com/outlook/244/100/fashion/worldwide#market-marketDriver

https://www.shopify.com/enterprise/ecommerce-fashion-industry

https://www.webtalentmarketing.com/blog/fashion-industry-needs-ecommerce-survive

https://www.statista.com/outlook/244/100/fashion/worldwide